0

I LIBRI DI CORRADO GOVONI

     

CORRADO GOVONI

0

LA POESIA DELLA SETTIMANA: ADDAMO

Sebastiano Addamo

TRAMONTO
Questa luce corvina e i cavalli
impazienti battano la paglia per
la futura età senza ombre, gli alti
occhi sono spenti strisce di suoni
illuminano i deserti,
eco di sonni e labili attese
d’albe vecchie, ossari si rizzano
dappertutto,
non vogliamo nemmeno
espiare non aspettiamo più niente
parole inconsolabili
nella sera trasparente almeno fracassino
le tempie spezzino le rampe, gli spazi
corrodano una volta lasciati dagli
dei in fuga.

0

LA POESIA DELLA SETTIMANA: VIGOLO

Giorgio Vigolo

STAZIONE

In sere d’eterno
diluvio m’è grato rifugio
la cupola interna
della stazione; e mi basta
sentire l’odore di zolfo
del fumo dei treni
perché subito si sfreni
la mia fantasia sedentaria
e via se ne fugga
fuor della scura tettoia
cercando nel buio dei prati
la gioia dell’erba nera

che succhia la pioggia.
Cammino su e giù per l’asfalto
di questa gran piazza coperta
che simula un vuoto mercato
o una cattedrale smessa.
I greci avevano il portico candido,
ma a noi meglio si conviene
questo fumoso chiesone
sconsacrato, ridotto a stazione.
Chiaror di lampi celebra
sotto l’arco di ferro
il puro altare delle montuose nevi.

0

IL SOGNO SECONDO JACOBELLIS

IL SOGNO SECONDO JACOBELLIS

“Sulla nostra / incerta presenza / qualcosa caduto / dal piombo del cielo / disorienta l’attesa / nasconde l’amore / si frange come l’onda / che perde la riva / resta soltanto / un ripostiglio di luce / e l’ultimo suono / uscito dalla soglia: / la vita bipartita / ha perso l’ancora / e cerca la chiave / per fermare il tempo.” Così Gianfranco Jacobellis nella sua ultima raccolta A lezione di sogno (Biblioteca dei Leoni). Nel sogno le figure, i colori, i tratteggi, le illusioni, gli Continua a leggere →