0

POETI STRANIERI: SUNG REA HAN TRADOTTA DA PAOLO RUFFILLI

POETI STRANIERI: SUNG REA HAN TRADOTTA DA PAOLO RUFFILLI

Sung Rea Han è nata nel 1955 in Corea. Poetessa e saggista, traduce dal giapponese. Si è laureata in lingua e letteratura giapponese e poi specializzata in giapponeseologia all’università di Sejong. La sua poesia in modo originale gioca sull’interferenza delle funzioni corporee e dei riscontri intellettuali, in una stretta relazione tra il mondo femminile e i processi naturali della Madre Terra, in un ritornante parallelismo tra il sangue che scorre nelle Continua a leggere →

0

POETI STRANIERI: VUJOVIĆ TRADOTTO DA BETINA PRENZ

POETI STRANIERI: VUJOVIĆ TRADOTTO DA BETINA PRENZ

Sreten Vujović è nato nel 1957 nel Montenegro, a Cetinje, dove vive. Poeta, saggista, traduttore, narratore anche per ragazzi, scultore. Nella sua produzione dà voce alle esperienze della vita: l’amore, la paternità, l’esilio, l’impegno per la libertà. In particolare, le sue poesie d’amore compongono un percorso inedito che non cessa di essere angelico Continua a leggere →

0

IL DISINCANTO DI LUCIANA FREZZA

IL DISINCANTO DI LUCIANA FREZZA

Luciana Frezza, fine traduttrice dei poeti simbolisti francesi per i maggiori editori italiani, è stata anche una poetessa dalle alte vette. In vita ha pubblicato 9 libri di poesia, più il libro postumo Agenda, del 1994, pubblicato allora da Scheiwiller. La poesia della Frezza si evidenza e si contorna di un leit motiv pop, di un barocchismo frenetico, che spesso ha carattere eversivo, ed è proprio per il suo rigore ritmico e timbrico che la poesia della Frezza si equipaggia Continua a leggere →

0

POETI STRANIERI: MORDECHAI GELDMAN TRADOTTO DA PAOLO RUFFILLI

 

POETI STRANIERI: Mordechai Geldman tradotto da Paolo Ruffilli

Mordechai Geldman è nato nel 1946 a Monaco da genitori polacchi sopravvissuti all’Olocausto. La sua famiglia emigrò in Israele nel 1949 e si stabilì a Tel Aviv, dove vive da allora. È uno dei maggiori poeti di Israele e ha iniziato a pubblicare poesie nel 1966. La sua poesia è insieme filosofica, psicologica ed esistenziale. Combina l’ebraico Continua a leggere →

0

CAMBIAMENTI DI STATO DI GIOVANNI SATO

CAMBIAMENTI DI STATO DI GIOVANNI SATO

L’intensa e corposa raccolta di liriche di Giovanni Sato, intitolata Cambiamenti di stato (Biblioteca dei Leoni), è un inno all’Amore, percepito dal poeta non solo come un sentimento che coinvolge sensi ed emotività ma anche come forza primordiale, mistica, che muove l’universo e favorisce trasformazioni spirituali e materiali nell’essere umano. Sato scrive, infatti: «raccolti in nuvole / saremo la pioggia dismessa del cielo / e le rapide del torrente / ci faranno rami d’albero / strappati dal vento» (p. 16), liberi, dunque, da vincoli fisici diventeremo la dimensione che “prende Continua a leggere →

0

LA POESIA DI ALFONSO GATTO

LA POESIA DI ALFONSO GATTO

L’ uscita di Tutte le poesie (Mondadori) di Alfonso Gatto, rendendo giustizia a una delle voci di gran lunga più sicure e rappresentative del nostro Novecento, è uno di quegli eventi editoriali che si vorrebbe salutare con acclamazioni di giubilo. Semmai, ci si può solo stupire del fatto che, per ottenere un tributo tanto doveroso e necessario, un autore di questo calibro abbia dovuto attendere quasi trent’anni, avendo preso congedo dalla vita nell’ormai lontanissimo Continua a leggere →

0

LA RICERCA NELLA POESIA DI JACOBELLIS

 

LA RICERCA NELLA POESIA DI JACOBELLIS

La ricerca poetica che Gianfranco Jacobellis compie in questo suo nuovo libro di versi, I vuoti del mosaico (Biblioteca dei Leoni), consiste in un lungo interrogarsi sul valore della vita, nell’ardua ricerca di un senso che gli sfugge. Significativa è a tale proposito, La porta, che ha questo incipit: “All’inizio c’è il futuro / come una grande casa / con tante strade / fino alle sue porte chiuse // il dilemma è la scelta”. La differenza tra la gioventù e l’età adulta sta appunto nell’ampia prospettiva del futuro che accompagna la prima, mentre nella seconda tale prospettiva a poco a Continua a leggere →

0

POETI STRANIERI: KRZYSZTOF D. SZATRAWSKI TRADOTTO DA PAOLO RUFFILLI

POETI STRANIERI: Krzysztof D. Szatrawski tradotto da Paolo Ruffilli

Krzysztof D. Szatrawski, è nato a Kętrzyn, in Polonia, nel 1961. Poeta, scrittore e filosofo. Nelle sue opere esplora in chiave estetica e filosofica la condizione umana, in prospettiva teorica e storica. È autore di otto libri di poesia Continua a leggere →

0

LUCIO PICCOLO

LUCIO PICCOLO

«Magnificent». Questo è stato il commento di Ezra Pound quando si è trovato tra le mani le 9 Liriche di Lucio Piccolo, barone solitario, nato a Palermo nel 1901 e autore di versi mirabili di cui si è persa per lungo tempo memoria. Piccolo trascorse una vita d’isolamento dall’intensa coloritura letteraria. Dopo la fuga del padre a Sanremo con una ballerina, negli anni Trenta si era trasferito, e quindi segregato, in una villa in stile ottocentesco sulle colline Continua a leggere →

0

TRA IMMAGINARIO E REALE

TRA IMMAGINARIO E REALE

Le parole con cui veniamo accolti sulla soglia d’ingresso di questo libro sono un’indicazione spaziale, le coordinate di un luogo, “Nella Vallata dei Mughetti”, e una dedica in lingua inglese “A Mughy, Lily of the Valley, from glen to glen”. È un esordio adeguato, lo si capisce leggendo il libro ma anche pensando ad altri lavori di Claudia Manuela Turco, alias Brina Maurer. Dire (e dirsi) che, a dispetto di tutto, esiste ancora in qualche luogo del mondo e del tempo una simile Vallata, non vuol dire chiamarsi fuori dagli slings and arrows of outrageous fortune, per dirla in modo Continua a leggere →