0

L’AMORE SECONDO GIOVANNI SATO

L’AMORE SECONDO GIOVANNI SATO

Il discorso  dell’amore  copre un percorso noto e ricorrente: la dichiarazione, il disagio, la gelosia, l’incontro, l’attesa,  la tenerezza, la passione,  l’io-ti-amo, l’esclusiva. Ma, proprio perché ci si muove in un territorio usuale, la reinterpretazione del  poeta si affida in misura inversamente   proporzionale all’originalità della  pronuncia oltre che all’incisività espressiva. È appunto il caso di  questo canzoniere d’amore di Giovanni Sato dal  titolo subito significativo Le metamorfosi del cuore (Biblioteca dei Leoni). E, in  presenza degli sconfinamenti dissennati e Continua a leggere →

0

LA CRONACA DI NAZARIO PARDINI

LA CRONACA DI NAZARIO PARDINI

Il viaggio multicolore e scandito che il poeta invita ad intraprendere potrebbe mutarsi in riflessi orchestrali che dalle immaginarie mura di una stanza avviano alle maestose illusioni dell’immenso: Cronaca di un soggiorno (The Writer). Il soggiorno allora non è assolutamente temporaneo e immediatamente assorbito, ma è il brivido di chi vive ed ascolta, tra la voragine del nulla e lo splendore della memoria. Nazario Pardini trasfonde nei suoi versi “un canto Continua a leggere →

0

ACCADEMIA MONDIALE DELLA POESIA

ACCADEMIA MONDIALE DELLA POESIA

L’Accademia Mondiale della Poesia è stata fondata il 23 giugno 2001 a Verona, con un apposito statuto. Nella città che ha visto nascere il poeta latino Catullo, che ha accolto Dante e gli ha permesso di completare la sua Commedia, che ha ispirato Shakespeare e che ha accolto Goethe, Dickens, Lord Byron e tanti altri scrittori ed artisti d’Europa e del mondo, si è tenuta nel 2001 la riunione costitutiva, con il sostegno del Comune di Verona e del Ministero italiano degli Affari Esteri. L’Unesco, la Regione Veneto, la Provincia di Verona, l’Università di Verona e altri sponsor privati Continua a leggere →

0

GASTON BACHELARD SULLA POESIA 1

GASTON BACHELARD SULLA POESIA

L’immagine poetica

La psicologia classica non si occupa dell’immagine poetica, spesso confusa con la semplice metafora. D’altra parte, in generale, la parola immagine è gravida di confusione nei lavori degli psicologi: si vedono immagini, si riproducono immagini, si conservano immagini nella memoria. L’immagine è tutto, tranne un prodotto diretto dell’immaginazione. Nell’opera di Bergson, Materia e memoria, in cui la nozione di immagine ha una rilevante estensione, si fa soltanto un riferimento all’immaginazione produttrice”. Tale produzione resta allora un’attività di Continua a leggere →

0

GLI OTTANT’ANNI DI LUCIO ZINNA

GLI OTTANT’ANNI DI LUCIO ZINNA

Il 27 di questo febbraio ha compiuto ottant’anni lo scrittore Lucio Zinna.  Notevole figura di intellettuale, poeta e saggista, nato a Mazara del Vallo, da sempre è stato considerato palermitano d’adozione, essendosi trasferito nella nostra città da ragazzo e quivi avendo sempre operato nel campo della promozione culturale e specificamente nel dibattito letterario, divenendone protagonista di primo piano. Promotore di gruppi e di riviste, tra le quali la prestigiosa Arenaria ancora oggi funzionante, attento osservatore delle vicende che hanno caratterizzato i fervidi Continua a leggere →

0

LA POESIA DELLA SETTIMANA: ROMAGNOLI

Fernanda Romagnoli

Il tredicesimo invitato
Grazie – ma qui che aspetto?
Io qui non mi trovo. Io fra voi
sto come il tredicesimo invitato,
per cui viene aggiunto un panchetto
e mangia nel piatto scompagnato.
E fra tutti che parlano – lui ascolta.
Fra tante risa – cerca di sorridere.
Inetto, benché arda,
a sostenere quel peso di splendori,
si sente grato se alcuno casualmente
lo guarda. Quando in cuore
si smarrisce atterrito “Sto per piangere!”
E all’improvviso capisce
che siede un’ombra al suo posto:
che – entrando – lui è rimasto chiuso fuori.

0

I LIBRI DI GIUSEPPE UNGARETTI

       

I LIBRI DI GIUSEPPE UNGARETTI

Giuseppe Ungaretti, Vita d’un uomo (1914-1952), “L’allegria”, “La terra promessa”, “Un grido e paesaggi”

 

0

LAGAZZI: 36 POETI ITALIANI CONTEMPORANEI

LAGAZZI: 36 POETI ITALIANI CONTEMPORANEI

In copertina il bel Marte dormiente di Piero di Cosimo suggerisce il tema che dà titolo e unifica i saggi di Paolo Lagazzi La stanchezza del mondo, Ombre e bagliori dalle terre della poesia (Moretti&Vitali), ma anche comunica (meraviglioso è il giovane dio!) il segreto dell’arte, quel sottile e perenne dono di verità e bellezza che affascina e consola. Lagazzi nella sua introduzione si sofferma sulla deriva della società presente, ne tratteggia, richiamando Umberto Eco di Apocalittici (i veri realisti? Si chiede) e integrati, il cammino verso una rassegnata “stanchezza”, Continua a leggere →

0

MONTALE

MONTALE

L’esperienza poetica di Eugenio Montale si definisce, con tutta l’ampiezza della sua “negatività”, nei termini della crisi della civiltà borghese occidentale. Ma la prospettiva di questa crisi è a tal punto individualizzata che le cose appaiono senza possibilità di soluzione e di futuro. Non ci sono, agli occhi di Montale, altre possibili società e altre possibili culture. Il crollo dei valori borghesi è, per Montale, il crollo dei “Valori”, di tutti i valori possibili. Parlano in Continua a leggere →

0

LA LEGGEREZZA DI GIULIANA PIOVESAN

LA LEGGEREZZA DI GIULIANA PIOVESAN

Il titolo della raccolta di Giuliana PiovesanLe immagini dell’aria (Biblioteca dei Leoni)evoca un senso di indeterminatezza, di leggerezza, che catapulta subito nell’atmosfera onirica, ariosa e ricca di musicalità dei suoi versi. Sono molti quelli che rivelano queste caratteristiche: «Mordeva vaga lo spicchio di luna  / quando nell’indaco del sogno il cielo  / ingoiava avido tutte le stelle -» (p. 30); «Mi sgusciavi sottile dalle mani / per lasciarmi intatta la tua Continua a leggere →