0

La poesia al Salone del Libro di Torino: Quando pronuncio la parola silenzio…

SALONE DEL LIBRO DI TORINO Sabato 12 maggio 2018 Ore 12,30  SPAZIO AUTORI

POESIA: Quando pronuncio la parola silenzio…

a cura di Pordenonelegge-La Libreria Della Poesia e www.italian-poetry.org

Introduce Valentina Gasparet    Conduce Paolo Ruffilli   Leggono: Maria Grazia Calandrone, Anna Maria Carpi, Roberta Dapunt, Alba Donati, Isabella Leardini

Quando pronuncio la parola silenzio realizza un esempio in 5 esperienze della poesia che le donne esprimono oggi, sia pure in una serie di varianti, dentro un quadro autonomo e coerente diverso da quello maschile. Una poesia che sceglie o un tracciato ruvido, che tuttavia nelle asperità verbali trova la sua levigatezza (Calandrone, Dapunt), oppure una cadenza musicale inseguita e realizzata attraverso un intreccio sapiente di assonanze o di rime (Carpi, Donati, Leardini). In ogni caso, una poesia capace di consegnarsi al rigore di un discorso lucido e perfino impietoso, senza rinunciare alle pieghe e ai salti del sentimento e dell’emozione, affidando la sua cantabilità a una trasposizione ritmica dirottata, franta o come bloccata sotto vetro. I personali itinerari e labirinti mentali sono pieni, insieme, dei ragguagli minimi di una realtà quotidiana di contatti e di rapporti e dei riferimenti privilegiati ai pensieri, ai sogni, alle ipotesi, alle idee, ai desideri, nell’impulso alla ricerca attraverso la scrittura come più in generale in quell’investigazione esistenziale che passa per luoghi (case, città, paesaggi) e situazioni (amicizie, lavoro, amore) dietro agli indizi che possano portare alla scoperta piena della propria identità. È in questo intreccio di dati, nella ricchissima sostanza complessa e contraddittoria di ogni singola personalità, che si configura l’aspetto più originale della poesia di Maria Grazia Calandrone, Anna Maria Carpi, Roberta Dapunt, Alba Donati e Isabella Leardini.

 

39

Scrivi un commento